Gli ambiti e le linee di ricerca che caratterizzano il curriculum di Psicologia e Scienze Cognitive sono le seguenti:

  • Memoria di lavoro. Competenze del pensare critico. Espressioni corporee, gestualità e linguaggio. Aspetti impliciti nell'espressione di atteggiamenti e in manifestazioni cliniche. Fondamenti percettivi e attentivi di simboli e concetti astratti. Ergonomia cognitiva. Competenze non tecniche e simulazione ad alta fedeltà. Interazione uomo-macchina e interaction design. Pragmatica sperimentale. Neuropsicologia del linguaggio. Invecchiamento. Psicologia del turismo. Apprendimento statistico. Acquisizione ed evoluzione del linguaggio umano. Psicolinguistica.

  • Linguaggio e funzioni esecutive nello sviluppo tipico e atipico. Inclusione scolastica di alunni con disturbi dello sviluppo. Modelli neo-piagetiani dello sviluppo cognitivo. Comprensione e apprendimento della matematica. Processi cognitivi nel disegno infantile.

  • De-umanizzazione e oggettivazione nelle relazioni interpersonali e intergruppo. Pregiudizio, le sue diverse forme e le strategie di riduzione. Qualità della vita lavorativa e rischi psicosociali. Leadership. Sviluppo professionale e formazione.

  • Disturbi e sintomi psicopatologici e della regolazione emotiva nella middle childhood, in adolescenti e adulti. Attaccamento: ricerca, clinica, metodi di valutazione e interventi attachment-based. Adozione. Adolescenti high risk.  Mentalizzazione in gruppi clinici e non. Fattori di rischio e protezione in coppie e famiglie.